Sono una Naturopata

Propongo consulti di Naturopatia.

Pratico la professione di Naturopata dal 1994.
Libera professione ai sensi della Legge 4/2013
(finalmente la figura del Naturopata é fissata con chiarezza nella norma UNI 11491: il naturopata é quel professionista che opera per ripristinare la spontanea capacità di autoguarigione della persona, per l’educazione alla salute, per la riscoperta e valorizzazione delle risorse vitali proprie di ogni individuo in ambito sociale e ambientale).
L’incontro ha la durata di circa 1ora. br I miei strumenti sono: l’ iridologia, l’Albero della Vita, le mappe dell’Ayurveda, la bussola del Tao, l’osservazione dei punti riflessi del Do-In, i preziosi insegnamenti della Medicina Tradizionale Tibetana.
Mi prendo cura delle persone e talvolta del loro ambiente, educandole all’osservazione del proprio mondo interiore e ad uno stile di vita più consono alle proprie esigenze e aspettative.
So dare indicazioni per la risoluzione delle difficoltà, dei disagi emersi durante il colloquio proponendo rimedi dolci e naturali.
Consiglio integratori alimentari, oligolelementi, colori, rimedi floreali e acque informate, tecniche di riequilibrio, stili di vita e alimentari, percorsi di crescita personale.
Training specifici per ansia, disadattamento, insicurezza, insoddisfazione, solitudine, preoccupazione, paura, problemi di relazione, per aumentare la qualità della Vita, per rallentare l’invecchiamento.



Che cos’é la Naturopatia ?

“Si intende con il termine naturopatia tutto quell’insieme di conoscenze e strumenti, che attingono direttamente dalla natura e dall’osservazione di questa, per ristabilire e mantenere quel sottile equilibrio comunemente definito salute o meglio benessere. Nelle culture dei popoli si è sviluppata con identità locali ed è stata tramandata attraverso codici diversi spesso analogici. Così oggi parliamo di Medicina Ayurvedica, Medicina Tradizionale Cinese, Alchimia e Spagiria, Codice Druidico, Omeopatia, Scuola Igienista e tanti altri ancora sono i volti dell’Arte per non parlare di tutte quelle tecniche e metodiche della salute che sono state estrapolate autonomamente come le varie forme di massaggio e riflessologia, alimentazione e movimento. Il comune denominatore di queste filosofie che riassumiamo nel termine “naturopatia”, è il concetto che la malattia non proviene da agenti esterni, ma trova la sua reale causa all’interno dell’organismo stesso qualora la sua identità, quindi compattezza, psico-fisica-energetica-mentale-spirituale sia entrata in crisi. In questo caso l’organismo diviene un terreno favorevole allo sviluppo di agenti esterni patogeni, mentre abbassa le difese per una sorta di svogliatezza metabolica e immunitaria. Attraversa quindi fasi successive di disagio, disordini funzionali, malattie organiche, fino alla degenerazione come estremo gesto di autodistruzione. Il centro dell’attenzione è la persona, la sua interiorità, il suo modo di percepirsi e di rapportarsi con l’ambiente. La naturopatia propone quindi di accompagnare la persona attraverso un percorso graduale che ripristini gli equilibri così che l’organismo possa reagire dinamicamente a tutti quegli squilibri endogeni ed esogeni che inevitabilmente ogni essere vivente incontra: paura, ansia, relazioni, virus, stress, cambiamenti di stagioni e fasi di crescita. Ristabilire dentro ognuno la sensazione del valore della propria vita e il diritto alla ricerca della felicità.


Abbiamo trovato un valore, un grande valore in noi stessi e nella vita, nella natura e vogliamo condividere le nostre conquiste perché la società umana, un po’ preoccupata e distratta, materialista e sofferente, ne possa avvalere.“
Lucio Molinari


Che cos’é l’Iridologia?

L'Iridologia e' lo studio dell'iride e l'osservazione delle sue caratteristiche. 
Attraverso l’ analisi della mappa iridea si distinguono le zone considerate riflesse di organi e funzioni. Le caratteristiche di pigmentazione e di formazioni dell’iride stessa danno poi un quadro di terreno fisico - nervoso - emotivo ben individuato, comunemente distinto in diatesi. Ci sono varie correnti di pensiero in questo campo che si colloca tra i migliori strumenti di prevenzione. personalmente pratico l’’ iridologia francese, detta diatesica, che é più vicina al modello olistico cino - indo - tibetano, e ci parla di costituzione, di terreno, di energia, di predisposizione a sentimenti, emozioni e malattie. Ogni disequilibrio é portatore di messaggi da ascoltare con amorevole attenzione. In questo modo potremo impostare un programma di benessere a 360 gradi: dai rimedi all’alimentazione, dai ritmi dell’attività alle connotazioni del riposo.


L’Albero della Vita

Parlando dell’Albero della Vita si tocca uno degli archetipi più misteriosi ed insieme più diffusi della nostra storia e preistoria. Questa immagine che ritorna nell’arte come nell’onirico cela in sé una conoscenza vasta e profonda la cui origine si perde nel tempo. L’Albero della Vita è un passe-partout interpretativo universale che distingue l’Uno dai suoi attributi. Eccellente strumento d’indagine analogica consente di evidenziare le relazioni tra le parti in causa ed i conflitti tra esse. È uno schema applicabile ad ogni sistema chiuso fosse una persona, una società o un governo, e ne consente una comprensione lineare quanto approfondita.
Diagramma di difficile comunicazione immediata l’Albero della Vita è paragonabile ad uno strumento di misura che però restituisce molte più informazioni di quelle che si potrebbero leggere dalla scala graduata. Come una mappa stellare che identifica con precisione una molecola di DNA.


NOTE Tutti i testi sono stati scritti di mio pugno. Ogni riproduzione anche parziale NON è ammessa. Se proprio non potete farne a meno, almeno siete pregati di citarne la fonte. - VittoriaFornari.it